Entusiasmo, sinergia e collaborazione. Sono queste le parole chiave dell’edizione 2016 di Santa Cecilia, che lascerà un ricordo importante a musicisti, coristi, direttori, compositori e, perché no, anche qualche spettatore. L’entusiasmo di lanciarsi di un’impresa nuova e diversa, la sinergia fra la banda musicale e la cantoria, la soddisfazione di aver dato il massimo e ottenuto il meglio, con una apprezzatissima prima esecuzione assoluta della Walser Messe per coro, orchestra e organo.

Ma procediamo con ordine nel raccontarvi il nostro bel weekend musicale. Come di consueto i festeggiamenti sono iniziati sabato sera, con il concerto della Musikkapelle e degli amici della Filarmonica di Arnad, graditi ospiti ed ottimi compagni di festa. Il programma ricco e vario di entrambe le bande ha saputo soddisfare le orecchie del pubblico e il solito clima di amicizia e allegria ha accompagnato musici e amici fino a tarda notte. La giornata di domenica è iniziata anche quest’anno, come ormai da tradizione, con una lauta colazione, offerta questa volta dalla madrina della banda Silvia Lazier. Dopo i meritati rifocillamenti e un po’ di musica per risvegliare gli assopiti, la banda si avvia verso la Chiesa, pronta al grande evento della giornata. Alle 11.15 inizia la Messa, con una schiera di cantori e musicisti pronta sull’altare. È giunto l’atteso momento dell’esecuzione della Walser Messe, composta per l’occasione dal Maestro Franz Dorigato ed eseguita da un coro a 4 voci composto dai cantori parrocchiali e da alcuni membri della Musikkapelle, preparato e diretto dal Maestro Nicola Linty, da un ensemble strumentale formato da un ristretto gruppo di musicisti della banda coordinati dal Maestro Enrico Montanari e dall’organista della cantoria parrocchiale Paolo Faure Ragani. Per la prima volta la comunità di Issime assiste a una così grande e strutturata unione di forze musicali, che emoziona e inorgoglisce l’intero paese, pronto a complimentarsi con chi si è prodigato nel suo compito di direttore, preparatore, cantore o musicista.

Con il sorriso sulle labbra per l’ottimo exploit è finalmente tempo di rilasciare la tensione con un lauto pranzo e un pomeriggio in compagnia degli amici di sempre. Le ore scorrono tra musica, chiacchiere e giochi, con il giusto spazio dedicato ai discorsi, ai ringraziamenti e al benvenuto ufficiale in banda alle due giovanissime leve Beatrice Montanari al flauto e Gabriel Lazier alla tromba.

Album fotografico

Santa Cecilia 2016