Issime, 15-16 novembre

Prima Santa Cecilia per il nuovo direttivo insediatosi a gennaio e alcune novità in programma.
Già alcuni mesi fa si parlava di dare spazio alle singole sezioni durante il concerto del sabato sera, sia per mettere alla prova le capacità espressive dei singoli strumenti, sia per offrire al pubblico qualcosa di diverso. Sfida accettata, e da alcuni mesi, in parallelo alle prove del venerdì, alcuni volenterosi si trovano e si inventano brani di sezione, arrangiamenti ad hoc e curiosi incroci tra strumenti.
Così all’avvicinarsi del concerto inizia a delinearsi il programma della serata, tutto made in Musikkapelle:
Sezione percussioni:
marching band
Sezione flauti:
Duetto dall’opera 82, François Devienne
Sezione clarinetti:
The Muppets Show Theme, Jim Henson
Sezione sassofoni:
Christmas Eve Sarajevo 12/24, Savatage
Ghostbusters, Ray Parker Jr.
Sezione euphonium:
Also sprach Zarathustra, Richard Strauss
Mission Impossible Theme, Lalo Schifrin
Get lucky, Daft Punk
Musikkapelle “La Lira”:
Un saluto a Cosenza, Osvaldo Minervini
Klezmer Classics, Johan de Meij
La Boda de Luis Alonso, Geronimo Gimenez
Valle d’Aosta, rapsodia, Fulvio Creux
Sirtaki, M. Theodorakis, arr. Enrico Montanari
L’esperimento riesce bene, il pubblico è entusiasta e tutti si divertono molto!
Segue il classico spuntino in musica.
La lunga giornata di domenica parte quest’anno da Seingles. La banda fa colazione ospitata dal Maestro Enrico Montanari, che festeggia 20 anni di direzione, e dalla figlia Giorgia, che entra in banda con il clarinetto. Da segnare agli atti anche che la mamma e ex-clarinettista Paola ha promesso ufficialmente che tornerà tra le fila dei clarinetti quando anche Beatrice entrerà in banda.
Da qui parte la sfilata verso la piazza, per intrattenere i pochi presenti prima della Santa Messa. Durante la celebrazione si alternano brani cantati a cura della cantoria e interventi musicali a cura della Musikkapelle, tra cui il noto brano “Je Te Salue”, dedicato ai musici defunti. La festa prosegue quindi a Z’Lannsch Hous per il pranzo, ricco di gradite sorprese.
Si inizia con il benvenuto ufficiale a Giorgia Montanari, alla quale il suo maestro Nicola Linty consegna la tradizionale pergamena. Si festeggiano anche i 20 anni di banda di Renato Ronc, nonostante lui stesso ammetta di essere arrivato solo a 18. Seguono un piccolo premio per il presidente uscente Giulio Lazier e un incoraggiamento poetico al neo-presidente Marina Bandito. Altra novità di quest’anno, il premio ai primi tre della speciale classifica di presenze a servizi e prove: primo posto assoluto, percentuale altissima, ad Alessia Chamonal, complimenti!
Infine la grande festa per i vent’anni di direzione di Chicco, con una mega torta ovviamente confezionata da Stefania Bena e con una canzone appositamente creata da Andrea Ronco.
La banda suona ancora alcune marce per l’alzata di tavola, e un gruppo di irriducibili continua a suonare fino all’ora di cena.
Santa Cecilia